TORNA a Itinerari in Barca a Vela
Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano
Le barche che nella stagione 2016 navigheranno nell'Arcipelago Toscano sono:

 

 

 



Un'antica leggenda narra che quando la Venere Tirrenica nacque dalle onde del mare,
si ruppe il gioiello di cui la dea era adorna.
Il diadema e le sue gemme caddero in acqua trasformandosi nell'Elba e nelle altre isole dell'Arcipelago Toscano


Il Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano, il più grande parco marino d'Europa, tutela 56.766 ettari di mare e 17.887 ettari di terra.
Comprende tutte le sette isole principali dell'Arcipelago Toscano, Elba,Capraia, Giannutri, Gorgona, Giglio, Pianosa, Montecristo, e alcuni isolotti minori e scogli. Come le perle di una collana, ogni isola è diversa dall'altra. Ogni isola conserva le tracce della sua storia, ogni isola è unica, originale, con un solo tratto in comune: la bellezza della sua natura.
Inoltre a poche ore di navigazione Corsica e Arcipelago della Maddalena, con le loro isole, baie, e porti offrono un'ampia scelta di rotte e approdi sicuri per la barca a vela.

Il Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano è nato per tutelare ambienti naturali, fragili e di grande valore culturale e scientifico. La storia geologica dell'Arcipelago è molto antica ed ha influenzato forme e paesaggio di ciascuna isola, arricchendolo con peculiari e rare specificità litologiche e mineralogiche. Gli eventi climatici e geologici hanno determinato la presenza di specie animali e vegetali rare o endemiche, presenti solo nel Parco o in pochissime altre zone.

Il territorio del Parco ha costituito una importante area di rifugio per la flora e la fauna, nonché raccordo tra il sistema sardo-corso e la penisola italiana. Le isole dell'Arcipelago toscano sono uno dei più importanti corridoi faunistici del bacino mediterraneo: punto di sosta e di nidificazione di moltissime specie di uccelli in migrazione tra l'Europa continentale e l'Africa.
Alcune delle più importanti colonie di berte e gabbiani, tra cui quelle del rarissimo gabbiano corso "Larus audouinii", trovano qui uno degli ultimi habitat per la riproduzione.

L'isolamento geografico, la difficoltà dei collegamenti tra le isole e con il continente, le complesse vicende legate al popolamento storico dell'Arcipelago hanno favorito la conservazione di paesaggi, ecosistemi e di un approccio culturale dell'uomo con il proprio ambiente naturale che, altrove, è ormai un valore del passato.

Valid HTML 4.01 TransitionalValid CSS